Questo script serve a gestire i cookies
Banner Bilancio Partecipativo Comune di Parma
» Home Page » Progetti
 I Progetti back
Riqualificazione dei parchi del quartiere Golese

Il progetto riferisce al settore della gestione delle aree verdi comunali, attraverso la proposta di riqualificazione (mediante differenti tipi di interventi) dei parchi maggiormente frequentati dalla popolazione del quartiere Golese.
per votare bisogna essere autenticati
PROGETTO PRESENTATO DAL CCV: Q.RE GOLESE
PERIODO DI COMPETENZA: ANNO 2017
AMBITO: QUALITÀ URBANA, INFRASTRUTTURE
PROPONENTE: CCV GOLESE

Il progetto raccoglie varie segnalazioni, ricevute dal CCV di Golese durante il suo periodo di attivita’, e propone di agire su 3 parchi distinti ma con la comune finalita’ di migliorare il benessere dei cittadini che fruiscono delle aree verdi pubbliche, migliorandone l’offerta ludica, l’interesse didattico e le condizioni di sicurezza per i bambini e gli adulti; in particolare viene proposto: 
A)    Parco delle Raganelle - Baganzola Il parco ha essenzialmente uno scopo didattico e di fruizione da parte delle scuole, dei giovani, delle associazioni e di tutti i cittadini delle frazioni di  Baganzola e Cervara.

Per la sua riqualificazione si propone la realizzazione di 3 nuovi elementi: - Giardino dei profumi/Orto sinergico  Creazione di un'area verde, circolare, da situare al centro del parco poco ad ovest della casetta prefabbricata già esistente.  
Per la sua realizzazione si prevedono i seguenti contenuti: l  realizzazione dei bancali, ossia delle aiuole rialzate con terreno scavato in loco aventi le seguenti dimensioni: larghezza 120 cm; altezza altezza 30-40 cm; lunghezza da definire in relazione al perimetro individuato dietro la casetta (500 mq) di legno del parco, in ogni caso dovranno essere previsti dei varchi ogni 4-8 metri per consentire il passaggio. 
La realizzazione dei bancali potrà avvenire con il supporto dell’impresa che ha in appalto la gestione del verde pubblico nel quartiere Golese;l  posa impianto di irrigazione: irrigazione “goccia a goccia” che consente un notevole risparmio idrico ed evita di bagnare la parte aerea delle piante. 
Occorrono dei tubi di polietilene da 12 a 16 mm di diametro, fissati al suolo con filo di ferro grosso piegato a U.  I tubi vanno posti sotto lo strato di pacciamatura;l  pacciamatura: si possono utilizzare la cellulosa della paglia (proveniente da agricoltura biologica) o altri materiali quali foglie (non gli aghi di conifere), residui vegetali di piante erbacee senza semi, scarti di potatura tritati, segatura, cartone per alimenti ecc.;l  posa dei tutori permanenti per le piante: tondini di ferro da edilizia ritorti (lunghi sei metri e del diametro di 10-12 millimetri), che vanno a formare archi dell’altezza di circa due metri, uniti tra di loro con del fil di ferro;l  semina: piante destinate all’alimentazione, aromatiche, ornamentali e officinali. 
- Giardino della Costituzione   Creazione di un'area circolare con al centro un totem a pianta esagonale che riproduce sulle facciate i 12 principi fondamentali della Costituzione, raggruppati a due a due; 6 vialetti a raggiera, denominati con riferimenti al contenuto principale degli articoli (es. viale della Libertà) convergeranno verso il totem centrale.  
- Area dei giochi  Installazione di semplici ed essenziali giochi bimbi (altalena, castello con scivolo, cavallini a molle ecc.) per stimolare la fruizione del parco da parte delle famiglie. Riteniamo che  il parco abbia una frequentazione inferiore alle sue potenzialità. Il progetto può favorire lo sviluppo di attività culturali (divulgazione dei principi fondamentali della Costituzione), ricreative (area giochi) e didattiche,  legate alla cura dell’orto-giardino, alla permacultura (con particolare riferimento all’agricoltura sinergica) ed è diretto, inoltre, a favorire il contributo volontario dei cittadini.

 B) area verde antistante il Centro Giovani di Via Nabucco (Baganzola)  
Si propone di riqualificare il parco antistante il Centro Giovani Baganzola mediante il posizionamento di arredi urbani (panchine e sedute varie, gazebo, stradello, fontana, bidoni della spazzatura, rastrelliera) che rendano l’area fruibile per la cittadinanza.
Ci si prefigge di agire su uno spazio pubblico per trasformarlo, rigenerarlo e renderlo maggiormente accogliente e vivibile dalla comunità, in particolare dai ragazzi che frequentano il Centro Giovani e dagli utenti della biblioteca 

C) Parco Martin Luther King (Fognano) Si propone di migliorare la fruizione del parco di Fognano mediante l’installazione di una protezione perimetrale (staccionata) che delimiti il parco, frequentato durante i mesi primaverili ed estivi da moltissimi bambini della vicina scuola dell’infanzia Primavera e primaria Palli: considerato che il parco e’ circondato sui 4 lati da strade (tra le quali via Gandhi, molto trafficata) e che la maggioranza dei bambini frequentanti e’ in età prescolastica, l’aumento di sicurezza renderebbe maggiormente accogliente e serena la fruizione del parco.

Luther King, realizzato negli anni ’70, sorge a circa 200 metri di distanza dalle scuole, in posizione centrale rispetto al quartiere, frequentato in ogni ora del giorno da bambini accompagnati dai genitori e/o nonni; il parco inoltre e’ dotato di tavoli che sono luogo di ritrovo di adolescenti, e di un campo di basket molto frequentato da ragazzi ed adulti         


BISOGNI SU CUI AGISCE IL PROGETTO
Bisogno su cui agisce il progetto (analisi del contesto) e soggetti interessati (principali beneficiari)  

A) Parco delle Raganelle - Baganzola 
Il Parco delle Raganelle è situato nella frazione di Baganzola a fianco della linea dell’Alta Velocità (TAV). 
Il sito è poco frequentato e rischia il degrado.  
Nelle frazioni di Baganzola e Cervara (popolazione pari a circa 3.000 abitanti) sono presenti una scuola media, una scuola elementare ed un asilo, molte associazioni ricreativo - culturali, l’hub di prima accoglienza per richiedenti-asilo oltre ad un appartamento che ospita richiedenti-asilo in attesa di permesso di soggiorno.  
I soggetti elencati e i circa duecento anziani residenti nelle frazioni possono essere i destinatari della fruizione del progetto avente come obbiettivo l’educazione ambientale e civica attraverso la realizzazione e la gestione comune dell’orto-giardino sinergico, la creazione di percorsi educativi ed attività di socializzazione.


B) area verde antistante il Centro Giovani di Via Nabucco (Baganzola) 
L’area verde occupa una posizione centrale nel quartiere, su di essa si affacciano il Centro Giovani e numerose abitazioni, ma attualmente né gli utenti di questo servizio né gli abitanti del circondario vivono lo spazio. 
I principali beneficiari di questo progetto, che si propone di coniugare cultura e creatività giovanile in un’ottica di valorizzazione dello spazio pubblico inteso come bene comune, saranno i giovani abitanti del quartiere, i frequentatori della biblioteca e, in generale la cittadinanza tutta. I giovani saranno i protagonisti di questo processo generativo ed avranno la possibilità di dare concretezza alla propria visione del rapporto tra cultura, paesaggio e futuro.

C) Parco Martin Luther King (Fognano) 
Il  quartiere Fognano conta circa 3000 abitanti, le vicine scuole dell’infanzia Primavera e primaria Palli ospitano circa 350 bambini, la maggior parte dei quali  risiedenti in quartiere: il parco Martin Luther King, realizzato negli anni ’70, sorge a circa 200 metri di distanza dalle scuole, in posizione centrale rispetto al quartiere, frequentato in ogni ora del giorno da bambini accompagnati dai genitori e/o nonni; il parco inoltre e’ dotato di tavoli che sono luogo di ritrovo di adolescenti, e di un campo di basket molto frequentato da ragazzi ed adulti.  



MOTIVAZIONI

A) Parco delle Raganelle - Baganzola

I benefici attesi dal progetto sono molteplici: culturali, di riferimento ai diritti civili, di socializzazione e ricreativi. Inoltre, tutti coloro che parteciperanno attivamente al progetto, sia nella fase esecutiva che manutentiva, si prenderanno cura della loro salute fisica e mentale passando del tempo a coltivare il prodotti dell’orto e piante ornamentali. Gli studenti e gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti saranno destinatari di un percorso educativo sui temi della educazione civica, della coltura sinergica e della permacultura. I cittadini stranieri richiedenti asilo dimoranti nelle frazioni potranno spendere una parte del loro tempo per la costruzione e la cura dell’orto. Le associazioni presenti solleciteranno in via principale i loro iscritti, in particolare quelli in pensione a prendere parte attiva nel progetto. La presenza di pannelli con i principi fondamentali della Costituzione rappresenterà un richiamo costante al rispetto dei diritti inalienabili delle persone ed ai principi della convivenza civile


B) area verde antistante il Centro Giovani di Via Nabucco (Baganzola)

Con una riqualificazione dell’area verde si intende ripristinare il valore intrinseco di un parco cittadino; si intende restituire alla cittadinanza uno spazio in cui condividere momenti conviviali e di svago, in cui socializzare e cementare il senso di comunità. In particolare beneficeranno di questo intervento gli oltre 50 frequentatori del Centro Giovani e le oltre 100 famiglie del circondario.

Un’area curata e vissuta attivamente contribuisce ad accrescere il senso di appartenenza nella popolazione, favorisce il rispetto degli ambienti urbani e disincentiva il degrado.

La bellezza genera bellezza. Perseguire il bello dovrebbe guidare ogni scelta architettonica nelle nostre città.


C) Parco Martin Luther King (Fognano)

Il parco Martin Luther King e’ la principale area verde del quartiere, nonché l’unico parco in grado di offrire riparo dal caldo estivo potendo contare su una ombreggiatura elevata: in virtù di tali caratteristiche il parco e’ molto frequentato per almeno 7 mesi all’anno, in ogni ora del giorno, da molti bambini accompagnati da genitori e/o nonni, cosa che favorisce la socializzazione, l’integrazione e lo sviluppo di relazioni sociali che migliorano, complessivamente, la qualità della vita dei cittadini; mediante l’intervento di messa in sicurezza i bambini potranno continuare a godere di un ambiente a loro adatto, ma in condizioni di sicurezza e senza pericolo per la loro incolumità.


INTEGRAZIONE CON ATTIVITA' GIA' SVOLTE O IN VIA DI SVOLGIMENTO
In relazione all’area antistante il centro Giovani di Baganzola, Il progetto si intreccia con le iniziative volte alla socializzazione ed alla valorizzazione del protagonismo giovanile promosse dal Centro Giovani con l’obiettivo di generare una buona prassi sul proprio territorio di riferimento e suscitare  nei giovani utenti una visione responsabile dell’ambiente urbano inteso come bene comune. 

PRINCIPALI DOTAZIONI RICHIESTE

A) Parco delle Raganelle - Baganzola

Nel parco è già presente una struttura in legno che potrà essere utilizzata per il ricovero degli attrezzi, delle sementi e di ogni altro materiale occorrente.

Il parco è dotato di una rete irrigua dalla quale è possibile attingere l’acqua necessaria.

Si dovrà prevedere la costruzione di una recinzione di protezione dell’orto-giardino allo scopo di evitare danni alla coltivazione.


Inoltre saranno necessari attrezzi di giardinaggio, sementi e materiale per la pacciamatura

B) area verde antistante il Centro Giovani di Via Nabucco (Baganzola)

Panchine e sedute, gazebo, stradello, fontana, bidoni della spazzatura, rastrelliera.


C) Parco Martin Luther King (Fognano)

Installazione di staccionata perimetrale (eccetto l’angolo attrezzato per la sgambatura dei cani) in delimitazione dell’area verde rispetto al perimetro del marciapiede.